COMUNICATO STAMPA

Quell’Europa dei Popoli costruita con lo zaino in spalla

Al via oggi le celebrazioni in occasione del centenario dello scautismo

Presentati ieri a Roma nel corso della conferenza stampa organizzata dall’Unione Internazionale Guide e Scouts d’Europa Cattolici (UIGSE) gli eventi legati al centenario dello scautismo che proprio oggi festeggia il 150esimo compleanno del suo fondatore, Baden Powell, con la “Giornata del ricordo”.
“Tutto ebbe inizio nel 1907 sull’isola di Brownsea, l’isola dove Baden Powell fece il primo campo scout – ha spiegato Giovanni Franchi de’ Cavalieri, Presidente Federale dell’Unione Internazionale delle Guide e Scouts d’Europa Cattolici -. Questo campo fu un successo ed è anche in virtù di questo che noi oggi siamo qui a festeggiare i Cento anni da quell’agosto di 100 anni fa in cui una ventina di ragazzi di ogni estrazione sociale, per la prima volta, fecero i boy scouts”.
Una proposta quella dello scautismo che è ancora attuale, basti pensare ai numeri, ha ricordato Marialuisa Faotto, Commissaria Generale dell’Associazione Italiana delle Guide e Scouts d’Europa Cattolici: “A livello mondiale gli scout sono circa 38milioni, in Italia tra tutte le associazioni scout arrivano a contare circa 180mila soci e noi siamo la seconda associazione a livello nazionale, abbiamo circa 20.000 partecipanti e siamo distribuiti in un centinaio di diocesi con 200 gruppi”.
“L’alternativa che gli Scout d’Europa propongono alla generazione delle play station – ha sottolineato Franchi de’ Cavalieri – è di giocare, scherzare, cantare, pregare, sorridere, in
armonia con i propri compagni, vivendo da protagonisti la propria vita per poi diventare, come diceva il nostro fondatore, quelli che guidano da soli la propria canoa”.
Educare ad un cammino personale che sviluppi un senso di autonomia e di responsabilità dove niente risulti banale, dove ci sia una continua crescita nei bambini attraverso il gioco, attraverso l’avventura per i ragazzi, e attraverso il servizio verso gli altri per i giovani il senso della proposta scout che, come ha sottolineato Padre Ciryl Vasil, Assistente Federale della UIGSE, nella realtà delle Guide e Scouts d’Europa Cattolici ha una sua vocazione specifica: l’Europa.
Non a caso uno degli eventi-clou di questo anno dedicato al centenario dello scautismo è l’Euromoot, ha affermato Rosario Barone, Commissario Generale dell’Associazione Italiana Guide e Scouts d’Europa Cattolici. “Dal 4 all’11 agosto, sui Monti Tatra (Carpazi), nel cuore dell’Europa, oltre 5mila ragazzi e ragazze di tutto il mondo si daranno appuntamento per vivere il campo europeo dello scautismo. Partiranno dalla Slovacchia per arrivare a Czestochowa. Saranno 18 i Paesi presenti, tra i quali il Canada unico rappresentante fuori Europa, 3 le confessioni religiose presenti (cattolici, protestanti e ortodossi) e 16 le lingue rappresentate”.
“Siete chiamati a costruire l’Europa dei popoli, ci ha detto nel 1994 Giovanni Paolo II – ha proseguito Rosario Barone – L’Europa che vogliamo costruire è fatta di uno spirito di squadra, fratellanza europea: l’Europa del domani”.
Una caratteristica quella della dimensione europea che si unisce ad un’altra specificità delle Guide e Scouts d’Europa Cattolici: il metodo dell’intereducazione. “Crediamo nella specificità, ma allo stesso tempo nella complementarietà – ha affermato Rosario Barone – In una società che mischia tutto ci sono nelle nostre attività dei momenti di crescita singolari, un percorso di educazione all’altro differenziato al maschile e al femminile”.
Il Cardinale Ersilio Tonini che è intervenuto alla conferenza stampa ha ricordato l’importanza dello scautismo nella crescita dei ragazzi: “Lo scautismo ha il compito di risvegliare l’intimo nelle persone: e’ un’esperienza che permette ai ragazzi di conoscere se stessi e la natura del proprio cuore”.
Infine tra le iniziative previste per il centenario, e che sono state annunciate ieri, ci sono la pubblicazione di un libro sul centenario dello scautismo cattolico, un documentario, l’organizzazione di convegni in varie parti di Italia, la realizzazione del calendario del centenario, l’emissione, il 23 aprile, dei valori postali in ricordo alla nascita degli scouts.

Per contatti

Ufficio stampa Guide e Scouts d’Europa Cattolici

Tino Redaelli, tel 026261191, fax 02626119255, redaelli@srispa.it
Elena Grazini, tel 3381902436, grazini@srispa.it

Caricando...