Accetta i cookie per visualizzare questo contenuto  

Dimensione Europea

UNIONE INTERNAZIONALE DELLE GUIDE E SCOUTS D’EUROPA
FEDERAZIONE DELLO SCAUTISMO EUROPEO (U.I.G.S.E.-F.S.E.)

scout-europaL’Unione Internazionale delle Guide e Scouts d’Europa – Federazione dello Scautismo Europeo, fondata il 1 novembre 1956, riunisce associazioni di “Guide e Scouts d’Europa” in 19 nazioni europee ed in Canada.

 

L’UIGSE-FSE è un’associazione privata internazionale di fedeli secondo i canoni 298/311 e 321/329 del codice di diritto canonico, dotata di personalità giuridica ed è riconosciuta dalla Santa Sede.

 

Tutte le associazioni che ne fanno parte fanno riferimento agli stessi testi fondamentali: lo Statuto Federale, il Regolamento Federale, il Direttorio Religioso, la Promessa, la Legge Scout e la Legge della Guida, i tre Principi dello Scautismo Europeo.

 

Fondamenti pedagogici

L’Unione vuole riunire in una medesima comunità di fede, di preghiera e di azione le diverse associazioni nazionali di Guide e Scouts d’Europa, il cui scopo fondamentale è di formare i giovani attraverso lo scoutismo tradizionale di Baden Powell sulle basi cristiane che sono i fondamenti della nostra comune civiltà europea e nella tradizione dello scautismo cattolico iniziato dal padre J. Sevin, sj,  dal Conte Mario di Carpegna, dal prof. J. Corbisier.

 

Fondamenti religiosi

La U.I.G.S.E.-F.S.E. vuole formare l’uomo di fede, figlio della Chiesa e dà il primato alla vocazione di ogni cristiano alla santità. Uno Scout, o una Guida, deve vivere la sua Promessa, i suoi Principi e la sua Legge secondo le esigenze del Discorso della Montagna, vera carta di ogni vita cristiana.

Le Guide e Scouts d’Europa hanno sempre affermato il loro attaccamento alla Chiesa e la loro fedeltà al Santo Padre e ai Vescovi in comunione con Lui. In tutte le nazioni, si sono stabiliti legami di fiducia fra le associazioni delle Guide e Scouts d’Europa e gli episcopati nazionali.

Nel 1994, in occasione del 2° raduno internazionale EUROJAM, il Santo Padre, Giovanni Paolo II, ricevendo in udienza i 7.500 Scouts e Guide venuti da tutta Europa e dal Canada, li ha invitati in particolare a “lavorare nel seno della grande famiglia degli Scouts, dei quali siete fratelli e sorelle, con la vostra specifica pedagogia“.

Care Guide e Scouts d’Europa, voi siete un dono prezioso non solo per la Chiesa, ma anche per la nuova Europa che si sta costruendo sotto i vostri occhi – ha aggiunto il Santo Padre nel discorso indirizzato nel 2003 ai partecipanti al 3°– perché ogni persona sia riconosciuta nella sua dignità di figlio amato da Dio e per una società fondata sulla solidarietà e sulla carità fraterna. Vivete il vostro impegno con rinnovato entusiasmo; in questo modo lo scautismo sarà per voi un mezzo di santificazione nella Chiesa che favorirà e incoraggerà una unione più intima fra la vita concreta e la vostra fede”.

E, nel messaggio inviato al 4° EUROJAM 2014, SS Papa Francesco ha indicato ai presenti: “Quante generazioni devono al mondo scout la loro crescita sulla via della santità, la pratica della virtù e, in particolare, la loro grandezza danimo. Vi incoraggio ad affrontare le sfide della vita in modo da salvaguardare i valori cristiani.

 

Ecumenismo

L’Unione riunisce sia associazioni scout di confessione cattolica sia appartenenti ad una delle Chiese Ortodosse, sia ad una delle Comunità Ecclesiali sorte dalla Riforma che confessano la divinità di Cristo e che riconoscono il Simbolo degli Apostoli come definizione di fede.

scout-europa2

Ragazzi e ragazze

La U.I.G.S.E.-F.S.E. è convinta che l’educazione differenziata di ragazze e di ragazzi in unità distinte costituisca un punto essenziale della propria pedagogia e considera lo scautismo maschile ed il guidismo femminile due diverse esperienze e applicazioni dello stesso metodo educativo scout.

A livello associativo, quindi, le Guide e Scouts d’Europa formano un movimento unico nello spirito e nella gestione, ma escludono qualsiasi promiscuità nelle Unità.

 

Messaggio del PapaEurojam 2014